Parrocchia di San giovanni Battista - Dagnente (NO)
 

 

Storia

Posta in posizione incantevole e panoramica, nulla si sa della sua costruzione. Le prime notizie certe della chiesa risalgono ai tempi di San Carlo. In una visita pastorale del 1567, viene riscontrata in uno stato miserando.

Tra il 1715 ed il 1719 fu ampliata l'antica cappella grazie a dei lasciti ed al lavoro gratuito dei fedeli. Nel 1839 furono realizzate intorno alla chiesa quattordici cappelle della Via Crucis; ora ne rimangono solo 4, giacché le restanti furono distrutte da un fortunale il 26 giugno 1960. Nel 1917-18 fu invece realizzato il bel sagrato che conduce alla chiesa. Accanto all'edificio di culto, sorgono il campanile, staccato dal corpo della chiesa, e il soleggiato cimitero, dove sorge l'imponente cenotafio a ricordo di Felice Cavallotti, il "Bardo della democrazia" sepolto all'interno del camposanto.

La storia della Parrocchia di San Giovanni Battista

Gli affreschi della Chiesa di S.Giovanni Battista